grafiche

Visual & Graphic Design

Grafiche, come termine, indica genericamente il prodotto della progettazione orientata alla comunicazione visiva.

La conoscenza delle strutture portanti e delle strutture modulari delle figure geometriche fondamentali rende possibile la ricerca di forme geometriche nuove ed un campo specifico in cui questo tipo di ricerca è utilizzato con grande vantaggio è proprio quello delle grafiche.

Iniziamo col dire che alla base di ogni forma di comunicazione si trova una progettazione grafica.

La progettazione grafica consiste nella realizzazione di un’immagine graficamente elaborata sia a livello di disposizione delle immagini che del testo.

Una buona grafica non si ferma all’occhio di chi la vede, ma penetra nel profondo fino a rendere immediato il significato del messaggio che si vuole trasmettere.

Ogni progetto che realizzo ha lo scopo di dare vita alle idee che il Cliente richiede, esprimendo il corretto messaggio che si vuole far passare.

In conclusione, un buon progetto di graphic design rafforza l’identità aziendale ed aiuta a sviluppare efficaci campagne pubblicitarie.

grafiche

Lavorazioni grafiche offerte:

  • IMMAGINE COORDINATA: biglietti da visita, buste, carta intestata, cartelle di presentazione, ecc…;
  • GRAFICA PUBBLICITARIA: volantini, manifesti, brochure, adesivi, depliant, ecc…;
  • EDITORIA: cataloghi, riviste, giornali, libri, e-book, fumetti, ecc…;
  • EVENTI: locandine, partecipazioni, inviti, biglietti, t-shirt, ecc…;
  • SOCIAL: post personalizzati, template personalizzati, ecc…;
  • PRODOTTO: packaging, etichette, abbigliamento personalizzato, gadget, ecc…;
  • INFOGRAFICA: calendari, report annuali, rappresentazione grafica di dati, segnaletiche personalizzate, ecc… .

l primo grafico, in senso moderno fu Henri de Toulouse-Lautrec, un pittore francese della seconda metà del XIX secolo.[1] L’espressione graphic design (letteralmente: progettazione grafica) nasce nel 1922, quando fu coniata da William Addison Dwiggins. Tuttavia fu utilizzata raramente fino al secondo dopoguerra; ino ad allora, i graphic designer erano chiamati commercial artist.[2] Il settore della grafica si è sviluppato drammaticamente negli ultimi decenni del XX secolo, in quanto l’alta tecnologia ha iniziato a giocare un ruolo preminente. Di conseguenza, oggi la professione non è più limitata a libri, poster e pubblicità, ma include anche motion e interactive media e altro.