L'importanza del logo

Il logo è un potente strumento di comunicazione perché rappresenta l’identità e la firma di un’azienda, inoltre è la prima informazione che i clienti ricevono.

Ogni azienda, impresa, studio professionale si presenta attraverso la comunicazione visiva data dal marchio che ne diviene subito un’espressione simbolica.

Per questo motivo la sua realizzazione richiede, oltre ad una ricerca mirata ed attenta, un lavoro di creazione assolutamente non casuale: dovrà essere basato su un’indagine approfondita.

logo

Valore aggiunto e vantaggio competitivo

Grazie al logo un’attività assume un’identità visiva e rafforza la percezione della qualità dei suoi servizi e/o prodotti da parte dei suoi Clienti.

Le persone tendono a fidarsi maggiormente di un servizio o prodotto che presenta un marchio professionale, di valore e di qualità.

Un design professionale, inoltre, può dare alla tua attività un vantaggio competitivo, il salto di qualità nella percezione del valore da parte di Clienti.

Logo

Un marchio (abbreviazione di logotipo; plurale “loghi”,[1] dal greco λόγος – logos che significa “parola” e τύπος – typos che invece significa “lettera”) è la figura, che solitamente rappresenta un prodotto, un servizio, un’azienda, un’organizzazione, un gruppo musicale o altro ancora; tipicamente è costituito da un simbolo o da un marchio o da una versione o rappresentazione grafica di un nome o di un acronimo che prevede l’uso di un lettering ben preciso.

permette di riconoscere l’azienda a cui si riferisce con effetto quasi immediato. Compito del logo è quello di ispirare fiducia e superiorità rispetto a un altro logo. Si tende inoltre ad accompagnare il logo con uno slogan, chiamato payoff, che aiuta a rafforzare l’identità del marchio (ad esempio: Nike – Just Do It).

Esistono diverse tipologie di logo[2] che possono anche essere usate contemporaneamente nell’ambito del marchio:

  • logotipo: è il segno grafico il cui referente è un’espressione fonetica, è un marchio scritto pronunciabile, per esempio il logotipo «Wikimedia». In tipografia, il logotipo è un carattere unico, in cui sono fuse insieme più lettere; per cui in editoria è l’insieme delle lettere intrecciate costituite dalle iniziali del nome dell’editore[3];
  • pittogramma: è un segno iconico il cui referente è un oggetto o una classe di oggetti, un aspetto o un’azione che l’oggetto può esprimere;
  • ideogramma: è un segno non iconico, o comunque con un basso grado di iconicità, e può pertanto non avere alcun richiamo alla realtà (per esempio: il panda del WWF o il coniglietto di Playboy).
  • monogramma: è un simbolo grafico unitario ottenuto sovrapponendo o combinando in altro modo due o più lettere o altri grafemi.